+39 0422 761061
info@corsizamuner.it

Iscrizione al corso

Serate Odontoiatriche 2020

(costo: € 480,00)

Nome *
Cognome *
Città *
Indirizzo
Provincia
Telefono *
Cellulare
Email *
Eventuali note
Dimostra di non essere un robot:

 

Segreteria Organizzativa

Centro Corsi “Tecnica e Pensiero” Zamuner Loris
Piazzetta del Convento, 7 31045 Motta di Livenza (TV)
Tel./fax +39 0422 761061
E-mail: info@corsizamuner.it

Codice IBAN per pagamenti tramite bonifico: IT41M0306961844100000000971 P.IVA 02456550264
Sig.ra Elisabetta dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle 12.30

Serate Odontoiatriche 2020

E’ con grande piacere che dedichiamo alcune righe alla presentazione dell’evento “Serate Odontoiatriche 2020”.
Il Centro Corsi “Tecnica e Pensiero” sarà ancora una volta (siamo giunti oramai alla 18a edizione) luogo di incontro e di approfondimento culturale nel consueto ed apprezzato format di ciclo di conferenze serali che si susseguiranno con cadenza pressochè mensile.

Come di consuetudine, a queste si aggiungerà un corso di un’intera giornata nel quale si tratterà di complicanze in chirurgia orale, su come riconoscere le situazioni a rischio ed adottare gli accorgimenti diagnostici e tecnici per evitarle e/o migliorarne il decorso.
Negli altri incontri, nella consolidata ottica interdisciplinare, ci addentreremo, per iniziare, in ambito protesico con un’analisi, anche storica, dei benefici e limiti delle riabilitazioni perio-protesiche nei confronti di quelle implanto-protesiche con valutazione del miglior rapporto costo/beneficio, non solo economico ma anche biologico.
Al confine fra conservativa e protesi, in due distinte serate, si parlerà di utilizzo dei più moderni materiali, del loro corretto impiego dalla formulazione del piano di trattamento fino alla cementazione.
Affronteremo poi tematiche relative all’implantologia, valutando, ad esempio concetti come conometria, saldatura intra-orale e Cad Cam. Sulla stessa disciplina vedremo le possibili applicazioni cliniche di nuovi materiali in rigenerazione ossea pre e peri-implantare ed, in un’altro incontro, del trattamento chirurgico delle atrofie tridimensionali in zona estetica.
Anche l’argomento, quanto mai attuale, delle nuove tecnologie digitali troverà attenzione in diverse conferenze, sia per quanto riguarda la conoscenza dei protocolli operativi che per la scelta e l’utilizzo dei materiali più recenti (ci sarà anche la possibilità di una parte pratica sull’argomento).
Verrà infine illustrato e discusso un moderno approccio ai casi con severa usura con soluzioni di riabilitazione adesiva con tecnica additiva.

L’intero programma è accreditato ai fini ECM come unico evento formativo ed ha ottenuto 50 crediti.

Sicuri della qualità complessiva dell’evento, dal prestigio dei relatori al grande interesse degli argomenti trattati, vi attendiamo a Motta di Livenza per condividere, anche in atmosfera conviviale, questi numerosi momenti di formazione ed approfondimento professionale.

Sandro Tondat Loris Zamuner

INDICE DEGLI INCONTRI

martedì 21 gennaio 2020


" La riabilitazione protesica nel paziente con compromissione parodontale: revisione critica"


Il trattamento combinato protesico-parodontale è utilizzato da oltre 50 anni per ripristinare salute parodontale, estetica e funzione nei pazienti affetti da malattia parodontale grave. La letteratura scientifica ha dimostrato che denti con parodonto ridotto ma sano sono in grado di supportare con successo e per lunghi periodo di tempo una protesi fissa. Il controllo dell’infezione (eliminazione delle tasche profonde e dei difetti delle forcazioni dei molari) e della mobilità e il ripristino di una morfologia dei tessuti che faciliti l’igiene orale domiciliare costituiscono i principi fondamentali di queste procedure terapeutiche. Ma possiamo ancora considerare validi questi prinicipi? E quanto questi sono cambiati dall’utilizzo degli impianti nella riabilitazione dei pazienti affetti da malattia parodontale grave?
Obiettivo di questa relazione è evidenziare i benefici ma anche i limiti della riabilitazione perio-protesica nei confronti di quella implanto-protesica mediante una attenta analisi della letteratura scientifica e della propria esperienza clinica nel tentativo di trovare la soluzione migliore nel rapporto costo/beneficio non solo economico ma anche biologico.

Relatore:

Dott. Alberto Fonzar

Nato a Gorizia, nel 1959, laureato cum laude nel 1986 in Medicina e Chirurgia all’Università degli Studi di Trieste, specializzato con il massimo dei voti, in Odontoiatria e Protesi dentaria nel 1989 all’Università degli Studi di Pisa. Il Dott. Alberto Fonzar dirige dal 1996 assieme alla sorella Federica e al nipote Riccardo lo Studio Stomatologico Friulano “E.Fonzar”, di Campoformido (Udine). Parodontologia, implantologia e protesi sono le specializzazioni alle quali, nel corso degli ultimi 30 anni il Dott. Fonzar ha dedicato la propria attività, divenendo uno dei massimi esperti europei del settore.
Socio attivo e Past President della Società Italiana di Parodontologia (nel cui Board ha svolto anche gli incarichi di Segretario e Tesoriere) e Socio dell’Accademia Italiana di Odontoiatria Protesica (AIOP) e dell’International College of Dentistry, il Dott. Fonzar è coinvolto in numerosi progetti di ricerca clinica parodontale ed è professore a contratto presso le Università di Trieste e di Modena. Numerose le pubblicazioni relative al lavoro scientifico svolto, di rilievo nazionale ed internazionale; relatore in Italia, Europa e USA in moltissimi congressi e conferenze sul tema della parodontologia, dell’implantologia e della protesi.

mercoledì 12 febbraio 2020


" La cementazione dei restauri indiretti: protocolli clinici e scelta ragionata dei materiali"


La cementazione è l'atto conclusivo nello step by step della realizzazione di un restauro indiretto e risponde a criteri biologici, meccanici ed estetici.
Lo scopo di questo corso è quello di razionalizzare materiali e tecniche di cementazione in un mercato in continua evoluzione che offre un'ampia possibilità di scelta a fronte di linee guida purtroppo non sempre chiare e coerenti.
Valuteremo le indicazioni dei diversi materiali e le loro corrette modalità di impiego nella moderna restaurativa estetica, sia nel caso di preparazioni parziali che nel caso di preparazioni coronali complete.
Verrà fornita ai partecipanti una proposta di classificazione dei materiali in funzione del protocollo clinico al fine di dipanare possibili dubbi e consentire all'operatore scelte procedurali più consapevoli e predicibili.

Relatore:

Dott. Mario Alessio Allegri

Laureato con lode in Odontoiatria e Protesi Dentaria presso l’Università degli studi di Verona nel 1997, si è dedicato allo studio delle tecniche adesive in conservativa ed all’impiego clinico di materiali estetici di nuova generazione per la realizzazione di restauri indiretti privi di metallo. Titolare di una borsa di studio per una ricerca sull’impiego di materiali compositi rinforzati mediante fibre di vetro nella realizzazione di strutture protesiche su impianti, presso lo stesso ateneo, negli anni 1998-2001. Dal 2004 è socio attivo dell’Accademia Italiana di Conservativa, di cui è membro della commissione culturale dal 2007. Dal 2012 è socio attivo dell’Italian Academy of Esthetic Dentistry. Relatore a congressi nazionali ed internazionali e autore di pubblicazioni sull’impiego clinico dei materiali adesivi. Svolge l’attività di libero professionista in Verona, dedicandosi in particolare all’odontoiatria adesiva ed alla riabilitazione dei casi complessi con approccio multidisciplinare.

giovedì 12 marzo 2020


" Nuove soluzioni in implanto -protesi mediante saldatura intraorale e conometria"


Nell’attuale congiuntura, mantenere o addirittura incrementare la qualità
diminuendo i costi sembra un’ irraggiungibile utopia. Tuttavia, grazie alla sinergia di tre concetti : il WeldOne, il Concetto Conometrico e il CadCam, è possibile costruire protesi di grande qualità a costi contenuti. Tale tecnica trova la sua indicazione non solo nel carico immediato, dove combinata con la saldatura intra orale consente di costruire strutture portanti di grande qualità e robustezza, ma anche nelle tecniche tradizionali di protesi implantari, su impianti guariti, in siti singoli come multipli, combinata ai più diversi materiali protesici, dalla zirconia alla metal ceramica, dal disilicato ai diversi tipi di compositi. Questi e altri concetti verranno affrontati e discussi alla luce dell’esperienza del Relatore.

Relatore:

Dott. Marco Degidi

Laureatosi nel 1981 in Medicina & Chirurgia all’Università di Bologna, si è poi specializzato nel 1992 al Misch Implant Institute – USA, è Active Member dell’Academy of Osseointegration e dell’International College of Oral Implantology.
Docente al Corso Master in Chirurgia Orale ed Implantare dell’Università di Bologna.
È autore di numerose comunicazioni in congressi nazionali ed internazionali e di pubblicazioni su riviste italiane ed estere.
Esercita la libera professione in Bologna, limitatamente alla chirurgia ed alla protesi implantare.

Relatore:

Sig. Gianluca Sighinolfi

1989, Diplomatosi presso il Villaggio del fanciullo a Bologna
- impiego presso importante laboratorio di Bologna
di cui è poi diventato socio
- Ha eseguito corsi di specializzazione nazionali e internazionali
Ha tenuto e tiene diverse relazioni in Italia e all’estero. Dal 1996 collabora
con il Dr. Degidi e il Prof. Piattelli nelle ricerche sul Carico Immediato, la
saldatura intra-orale e il concetto conometrico contribuendo allo sviluppo
di nuovi protocolli operativi e alla stesura di numerosi articoli pubblicati su
prestigiose riviste internazionali

giovedì 26 marzo 2020


" Nuovi approcci alla rigenerazione ossea in implantologia"


Cellule, molecole di segnale e impalcature di supporto ( i cosiddetti “scaffolds”) sono gli elementi che nella rigenerazione dei tessuti risultano basilari, con possibile aggiunta di dispositivi di barriera.
Nel caso specifico della rigenerazione ossea, da sempre i biomateriali particolati a lento e parziale riassorbimento – protetti da membrane di barriera – sono stati utilizzati per creare uno scaffold utile a trattenere il coagulo ematico stabilmente, operando da conduttori della neoformazione ossea.
Nell’ambito della relazione verranno mostrati principi biologici ed applicazioni cliniche di nuovi “scaffolds” volumetricamente stabili e totalmente riassorbibili nelle loro diverse indicazioni in rigenerazione ossea pre- e periimplantare.

Relatore:

Dott. Roberto Abundo

Medico Chirurgo Specialista in Odontostomatologia.
Dal 1994 al 2005 Professore a Contratto in Parodontologia presso la Scuola di Specializzazione in chirurgia Odontostomatologica dell’Universita’ di Torino e dal 2006 al 2016 Adjunct Professor in Parodontologia presso la University of Pennsylvania a Philadelphia. Attualmente e’ Responsabile del Corso di Aggiornamento in Parodontologia della Humanitas University.
E’ Socio Attivo della S.I.d.P. e della I.A.O. .
Premio “H. M. Goldman” della S.I.d.P. per la ricerca clinica in Parodontologia nel 2000 e Premio E.A.O. per la ricerca clinica in Implantologia nel 2010.
Autore di varie pubblicazioni di argomento parodontale ed implantare su riviste internazionali nonché, insieme al Dr. Giuseppe Corrente, dei testi “Impianti post-estrattivi immediati - Rialzo del seno mascellare per via crestale” e “Chirurgia Plastica Parodontale : Trattamento estetico delle recessioni gengivali”.
Responsabile Scientifico di Dentalmedtv, web tv dedicata al mondo dell’Odontoiatria.
Libero Professionista presso Sicor a Torino, con pratica limitata alla Parodontologia e all’Implantologia.

martedì 21 aprile 2020


" Speed Up therapy-Approccio funzionale alle riabilitazioni adesive"


Prediligere un approccio ADDITIVO è oggi la prima opzione da prendere in considerazione nei confronti di gravi problematiche di usura dentale, la protesi adesiva caratterizzata dall’utilizzo di restauri parziali come Onlay, Overlay e Faccette viene oggi prediletta e ricercata non solo dai professionisti del settore ma anche e soprattutto dai pazienti.
Sfruttare la variazione della Dimensione Verticale dell’Occlusione permette di operare salvaguardando al massimo le strutture dentali residue e di ridurre al minimo le procedure sottrattive.
Qualunque sia la filosofia gnatologica preferita dal clinico poter “testare” , attraverso l’utilizzo di mockup completi, il proprio progetto in maniera totalmente reversibile rappresenta una metodica affidabile, dinamica, economicamente vantaggiosa e confortevole per i pazienti.
La collaborazione tra clinica e laboratorio riveste un ruolo chiave nella programmazione e realizzazione del percorso riabilitativo.
Il confronto tra le necessità dell’odontoiatra e quelle dell’odontotecnico permette di razionalizzare in quali situazioni sia preferibile segmentare la realizzazione dei restauri definitivi piuttosto che procedere con la realizzazione simultanea di arcate complete.
Lo sviluppo di nuovi materiali ibridi e le procedure dei workflow digitali consentono oggi di realizzare riabilitazioni completamente adesive spingendo il limite dell’approccio additivo oltre quello che solo pochi anni fa sembrava ancora impossibile.

Relatore:

Dott. Davide Foschi

Dopo essersi laureato in Medicina e Chirurgia nel 2004 presso l’Universita di Bologna, ottiene nel 2008 il suo Diploma Fedrale in “Médecine-Dentaire” all’Università di Ginevra appassionandosi agli insegnamenti ricevuti nell’ambito del reparto di odontoiatria conservativa guidato dal Prof. Ivo Krejci ed al reparto di protesi fissa diretto dal Prof. Urs Belser, dove conosce la Dr.ssa Francesca Vailati con la quale inizia a collaborare nella gestione dei pazienti affetti da gravi problemi ersosivi attraverso tecniche di riabilitazione adesiva full-mouth.
Rientrato in Italia svolge attività professionale presso il suo studio di Bologna.
Socio Effettivo Associazione Amici di Brugg
2016 Prof a contratto Università di Bologna Master in “Odontoiatria Conservativa Estetica”
2016 Prof a contratto Università di Valencia Master “Odontologia estetica y minimamente invasiva”
2017 Prof a contratto Università di Bologna Master in “Odontoiatria Conservativa Estetica”
2017 Prof a contratto Università di Valencia Master “Odontologia estetica y minimamente invasiva”

martedì 12 maggio 2020


" Il flusso digitale come chiave per il successo clinico ed extra-clinico innovazioni e protocolli CAD CAM per contenere i costi e aumentare la qualità percepita"


Il mondo odontoiatrico sta attraversando da anni una fase di
cambiamento, in cui il modello di successo del passato (studio
monoprofessionale, sempre pieno di pazienti con buona disponibilità
economica) sta affrontando una profonda crisi: da un lato la corsa al
ribasso innescata dalla pletora di low cost, convenzioni e fondi
assicurativi che con i loro tariffari vergognosi non permettono di
offrire qualità clinica; dall’altro l’innovazione tecnologica, che ha
offerto nuove alternative terapeutiche, ma spesso con costi
difficilmente sostenibili.
I protocolli digitali, se ben concepiti e organizzati nella
collaborazione fra odontoiatra e odontotecnico, possono coniugare
l’esigenza di tenere bassi i costi, senza rinunciare a offrire una
qualità clinica di eccellenza, ma soprattutto far percepire in modo
chiaro il valore dei trattamenti e del servizio, rendendo il costo
finale un elemento secondario nella scelta del paziente.

Relatore:

Dott. Mario Cappellin

Nato a Torino, il dr. Mario R. Cappellin ha ottenuto con il massimo dei
voti, lode e dignità di stampa la Laurea in Odontoiatria e Protesi
dentaria all’Università degli Studi di Torino, con una tesi in
Radiologia sulla TC conebeam. Relatore su Radiologia Dentale,
Implantoprotesi e Chirurgia guidata, nel 2010 ha fondato e attualmente
dirige l’omonima clinica dentale a Pinerolo (TO); fin dalla fondazione,
la struttura si è distinta per l’alto contenuto tecnologico che ha
recentemente portato a una gestione interamente digitale del flusso di
lavoro. Nel 2017 ha istituito la Cappellin Foundation che si occupa di
cultura e didattica e mediante la Cappellin Education - Postgraduate
Dentistry organizza e promuove corsi specialistici nel campo
dell’odontoiatria clinica ed extra-clinica.
Personalità eclettica, ha ottenuto summa cum laude il Master in
Bioetica, ha studiato Organo e Composizione al Conservatorio di Cuneo ed
è un apprezzato direttore d’'orchestra soprattutto per il grande
repertorio sinfonico-corale; per meriti artistici e benefici è stato
insignito dal Rotary Club International della Paul Harris Fellow e due
volte dal Lions Club International della Melvin Jones Fellowship.

sabato 30 maggio 2020


" Complicanze in Chirurgia orale e implantare"


Le complicanze in chirurgia sono ineliminabili, quando è possibile vanno prevenute o risolte. In tutti i casi vanno gestite.
L’idea che sta alla base di questo corso è quella di condividere una serie di esperienze negative che possono verificarsi nell’attività clinica di tutti i giorni.
Gli obbiettivi principali del corso sono: acquisire le informazioni utili per riconoscere le situazioni a rischio e perfezionare gli accorgimenti diagnostici e tecnici per ridurre il disagio e migliorare il decorso postoperatorio dei nostri pazienti.

Relatore:

Dott. Roberto Barone

Laureato in medicina e chirurgia e specializzato in odontoiatria presso l’Università di Firenze.
Esercita la libera professione a Firenze dove si dedica esclusivamente alla chirurgia orale e all'implantologia.
Socio fondatore della Società Italiana di Chirurgia Orale (SICOI), ha ricoperto cariche nel consiglio direttivo nel decennio 1989-1999 ed è stato presidente per il biennio 1999-2000.
Socio fondatore della Accademia Italiana di Osseointegrazione (IAO).
Socio fondatore della Associazione di Chirurgia Orale Pediatrica (APOS).
Autore di articoli scientifici su riviste italiane e internazionali.
Autore di libri su argomenti di chirurgia orale: “Denti del giudizio inclusi” e “Le cisti dei mascellari”.
Si dedica all’insegnamento della chirurgia orale e della chirurgia implantare ed organizza da oltre 20 anni un corso annuale di chirurgia orale.
Relatore in oltre 500 corsi e conferenze su argomenti di chirurgia orale e di implantologia.

martedì 23 giugno 2020


" La riabilitazione del paziente edentulo oggi pensando a domani"


Numerosi studi epidemiologici hanno sottolineato come negli ultimi anni la perdita di elementi dentari sia in diminuzione, nonostante questo, la necessita` di trattare pazienti edentuli continuera` ad aumentare a causa del progressivo invecchiamento della popolazione. La riabilitazione del paziente edentulo pone il professionista di fronte a diverse scelte terapeutiche che devono essere orientate a ridurre i disagi e favorire l’adattamento del paziente. Il nostro approfondimento e` indirizzato al team odontoiatra-odontotecnico e descrive le tecniche necessarie per la riabilitazione del paziente edentulo con la protesi totale ed impatto supportata presentando un chiaro protocollo clinico; durante il corso verranno approfondite problematiche centrali come quelle occlusali ed estetiche utili per l’ottenimento del successo clinico.

Relatore:

Dott. Alessio Casucci

Il Dott. Alessio Casucci ha conseguito la laurea in Odontoiatria presso l'Universita` di Siena nel 2004. Ha conseguito un Master di secondo livello in Parodontologia e un Master of Science in Biomateriali Dentali presso l'Universita` di Siena, dove ha anche completato il dottorato di ricerca in Biomateriali dentali e loro applicazioni cliniche. Ha partecipato come tutor al programma post- laurea "Protesi completa e occlusione" presso l'Universita` di Siena, ed e` relatore in numerosi corsi di protesi totale e protesi implantare e` anche autore di diverse pubblicazioni su riviste internazionali. Professore a contratto presso l’universita` degli Di Siena E' membro ICP (International College of Prosthodontics), AIOP (Accademia Italiana di Protesi Dentaria) e AIC (Accademia italiana di odontoiatria conservativa e restaurativa). Nella pratica clinica si dedica prevalentemente alla riabilitazione dei pazienti edentuli. Professore a contratto presso l’Universita` degli Studi di Siena.

mercoledì 23 settembre 2020


" Implantologia moderna in zona estetica: dalla Socket Preservation al trattamento chirurgico delle atrofie tridimensionali"


Cenerentola bistrattata negli ultimi decenni, la Chirurgia Mucogengivale applicata all’implantologia in zona estetica ricomincia oggi ad assumere un ruolo fondamentale nella formazione dell’implantologo avanzato.
Non esiste infatti successo di qualsiasi forma di rigenerazione ossea in assenza di una impeccabile gestione dei tessuti molli, e non è predicibile il raggiungimento di un’estetica ottimale senza la conoscenza delle più moderne ed efficaci tecniche di preservazione e rigenerazione delle papille e dei tessuti molli in generale.
Durante la serata analizzeremo diversi casi clinici in zona estetica, dalla Socket Preservation alle GBR Tridimensionali, tutti visti in chiave estetica al fine di fornire protocolli validi e riproducibili.

Relatore:

Dott. Marco Csonka

Laureato in Odontoiatra nel 1994.
Specializzato in Chirurgia orale ed Implantologia Endossea presso la New York University nel 1997.
Perfezionato in tecniche chirurgiche implantari avanzate presso la U-Conn University (USA).
Membro attivo della North American Association of Oral and Maxillo-Facial Implants.
Autore di numerose pubblicazioni scientifiche e coordinatore per l’Europa del Comitato di studi clinici sui fattori di crescita ossea in Implantologia.

martedì 20 ottobre 2020


" Come ottenere l'estetica su denti e impianti"


Il connubio delle tecnologie digitali e l'ampia scelta dei materiali metallici, compositi e ceramici offre all'odontoiatra la possibilità concreta di realizzare restauri riducendo tempi operativi e costi. L'approccio "one day dentistry" pone l'operatore davanti a nuove realtà, quali programmare la fase CAD, e successivamente scegliere i materiali, gestire la fase CAM e finalizzare i restauri, la cui realizzazione è sempre stata delegata al laboratorio. La conoscenza dei materiali permette all'odontoiatra di scegliere quale possa essere quello d'elezione in relazione al singolo caso clinico. L'obiettivo della relazione è classificare ed esaminare le proprietà dei materiali compositi e ceramici fresabili con le tecnologie CAD/CAM per dare al clinico gli strumenti per la realizzazione di manufatti in tempi brevi e con standard qualitativi elevati nel rispetto delle proprietà funzionali ed estetiche.

Relatore:

Prof. Carlo Monaco

Laureato nel 1992 in Odontoiatria e Protesi Dentaria presso l'Università degli Studi di Bologna. Dal 1992 al 1997 frequenta il reparto di Conservativa della Clinica Odontoiatrica di Bologna diretto dal Prof. G. Dondi dall'Orologio. Negli anni 1995-97 è titolare di una borsa di studio sulle resine composite e la loro correlazione con i sistemi adesivi. Dall'anno 1998 frequenta, come borsista, il reparto di Protesi Orale e Maxillo-facciale del Dipartimento di Scienze Odontostomatologiche dell'Università degli Studi di Bologna diretto dal prof. Scotti dove si occupa prevalentemente di restauri estetici indiretti e di protesi fissa. Negli anni 2002-04 ricopre la carica di Professore a contratto di Protesi Dentaria presso l'Università degli Studi di Bologna. Nel 2002 frequenta come borsista Erasmus il reparto di Cariologia dell'Università degli Studi di Ginevra diretto dal prof. I. Krejci con il quale svolge attività di ricerca sui ponti adesivi. Dal 2003 è Visiting Research presso il reparto di Cariologia dell'Università di Ginevra. Nell'anno 2003 consegue il Master in Science e nel 2005 il PhD in materiali dentali presso l'Università degli Studi di Siena con il Prof. M. Ferrari. Nel 2005 e nel 2008 vince il primo premio per la migliore ricerca protesica assegnato dall'Accademia Italiana di Protesi (AIOP). Nel 2006 ottiene 2 primi premi al convegno internazionale CONSEURO per la migliore ricerca nella sessione materiali dentali e per il miglior poster di tutte le sessioni. Dal 2006 è Ricercatore presso l'Università degli studi di Bologna. Relatore a congressi nazionali e internazionali ha pubblicato articoli scientifici riguardanti le applicazioni dei materiali compositi e ceramici in campo odontoiatrico.

martedì 24 novembre 2020


" Metal-free nella pratica quotidiana: dalla scelta del materiale alla cementazione"


La richiesta estetica in campo odontoiatrico è cresciuta moltissimo negli ultimi anni. Lo sviluppo di nuovi materiali metal-free in risposta a queste esigenze ha cambiato in parte la realizzazione del piano di trattamento estetico.
Se fino a poco tempo fa, le ceramiche integrali trovavano il loro utilizzo solo nel settore anteriore, oggi giorno è possibile invece ampliare il loro utilizzo nelle zone posteriori e nelle riabilitazioni implanto-protesiche.
E’ fondamentale che il clinico conosca le caratteristiche estetiche e biomeccaniche di questi materiali per poterli utilizzare al meglio e garantire ai pazienti risultati a lungo termine adeguati.
Verranno descritti i materiali metal-free a disposizione oggi con le loro caratteristiche fisiche,le indicazioni cliniche e i loro limiti.
I casi clinici verranno mostrati a scopo esplicativo per dare ai partecipanti il miglior supporto didattico possibile.

Relatore:

Dott. Marco Valenti

Laureato in Odontoiatria e protesi Dentaria nel 1997 presso l’Università di Brescia.
Frequenta il Corso Biennale di Ortodonzia con Dott.Bednar e Dott.Maino Tecnica Bidimensionale nel 2000-2001
Allievo del Dott. Carnevale, frequenta il corso Biennale di Parodontologia nel 2001-2002. Successivamente segue il corso di Protesi del Dott.Di Febo nel biennio 2003-2004.
Socio Attivo AIOP dal 2006 e attuale Consigliere nel Consiglio direttivo di AIOP. Socio Attivo IADDM. Socio Attivo DDS
Ha pubblicato articoli scientifici su argomenti di Protesi sull’ European Journal of Esthetic Dentistry sull'International Journal of Esthetic dentistry,sull'International Journal of Prosthodontics, Quintessence International e sul Journal of Prosthetic Dentistry
Esercita la libera professione come Dentista generico a Pordenone.